La storia di Bcc Campiglia dei Berici

 

campiglia logo

 

La storia della BCC inizia nel 1896, il 22 luglio, data della sua costituzione come “Cassa Rurale di Prestiti di Campiglia dei Berici”, sull’onda della diffusione del fenomeno nato in Germania ad opera di Federico Guglielmo Raiffeisen.
La Cassa rurale fin dall’inizio ha sede nell’abitazione del segretario-cassiere Giuseppe Zanin in Via Piazza Vecchia e la dirige Leonzio Cassan, primo Presidente.
Sopravissuta alle due guerre, col rischio di chiudere l’attività, la Cassa Rurale si trasfeisce nel 1941 presso la bottega di sarto di Olinto Zulian, situata nella via principale del paese, nuovo cassiere nominato in sostituzione del maestro Zanin.
Nuovo Presidente della banca Giuseppe Battaglia.

 

Nel 1955 subentra in veste di nuovo segretario-cassiere il Maestro Leonino Bertin e la sede si trasferisce in Via Piazza Vecchia, abitazione del maestro Bertin, nello stesso caseggiato che aveva ospitato la prima sede.
Inizia in quel periodo una qualificazione dell’attività bancaria che presuppone anche una struttura appropriata che dia prestigio alla realtà che si vuole creare. La Cassa Rurale si trasferisce quindi nello stesso anno in Via Nazionale e, a sottolineare che la Cassa Rurale è un Istituto di Credito, si dota della prima cassaforte (usata da altra banca).
Il 22 febbraio 1959 la sede viene trasferita in un locale all’angolo della Casa della Dottrina.
Sono gli anni in cui matura in maniera significativa il movimento, l’organizzazione e lo sviluppo delle Casse rurali. Si costituisce l’Istituto di Credito delle Casse Rurali ed Artigiane (Iccrea) e la Federazione Veneta della Casse Rurali che hanno lo scopo di coordinare ed incrementare l’azione delle casse aderenti per rendere più intensa ed efficace l’attività.
Nel 1965 la sede si trasferisce nei locali ad est della casa della Dottrina, adattata ad uffici.
Verso la fine degli anni sessanta importanti innovazioni investono la Cassa Rurale: la trasformazione della Società in Cooperativa a responsabilità “limitata”, l’apertura di uno sportello ad Agugliaro e la costruzione di una sede propria.
Aumenta il numero dei soci, l’ attività si incrementa e prendono corpo le innovazioni in programma.
Il 07 novembre 1971 si inaugura la nuova sede di Via Nazionale, la prima sede di proprietà della banca che accoglie gli uffici di sede e direzione.
Il 15 dicembre 1972 viene aperto in comune di Agugliaro il primo sportello.
La Cassa Rurale varia la denominazione sociale in “Banca di Credito Cooperativo di Campiglia dei Berici Scrl” con l’assemblea del 30 aprile 1994 per recepire le novità legislative introdotte dal D.L. 385/1993.

Dal 01 gennaio 2014 la BCC di Campiglia dei Berici si è fusa con la Cassa Rurale ed Artigiana di Brendola formando un'unica grande realtà di credito cooperativo dell'Ovest Vicentino e dell'area Berica.

Banner1
 
Dati societari
Cassa Rurale ed Artigiana di Brendola Credito Cooperativo - Società Cooperativa
Piazza del mercato, 20 - Cap 36040 - Brendola (VI) - P.Iva 00275710242 - Centralino 0444/705511 - Indirizzo PEC: 08399.bcc@actaliscertymail.it
Realizzato da Iccrea Banca